Storia - Tennis Club Vomero





Logout
Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia

Chi siamo
Statuto Sociale

LA NOSTRA STORIA


LE RADICI DEL CIRCOLO

Un “Punto d’incontro”. L’idea di  potersi riunire in un circolo sportivo del Vomero, fu concepita nel  lontano 1907, quando su iniziativa di alcuni giovani appassionati, tra  cui i fratelli Siniscalco, venne fondato il Circolo “Partenope” con la  sua prima sede in Via Luigia Sanfelice e con un solo campo da tennis in  cemento. In quel tempo, il Vomero era un semplice luogo di  villeggiatura: il “villaggio del Vomero”, come veniva chiamato, anche  se, a livello urbanistico, il suo “ambito” era già stato delineato e  regolamentato dal vigente piano regolatore che per esso prevedeva strade  larghe, costruzioni di limitata altezza, ville e villette di due,  massimo tre piani . La Via Scarlatti, come strada dei palazzi, era  considerato il quartiere alto del Vomero e di tipologia urbanistica  tipicamente residenziale . Il Vomero viveva allora una vita avulsa da  quella del centro e la costruzione delle prime due funicolari, Chiaia e  Montesanto, segnò l’avvio del suo sviluppo, legandolo in un certo senso  al centro cittadino . Il Vomero era anche il luogo preferito degli  artisti napoletani dell’epoca. Al caffè De Crescenzo, in Piazza  Vanvitelli, si trovavano spesso seduti ai tavolini dal piano di marmo  Pratella, Casciaro, Ricchizzi, Luca Postiglione e tanti altri. Era il  tempo dei tram e delle carrozzelle e quel piccolo centro, il Villaggio  del Vomero, aveva solo un paio di Cinema, l’Ideal e la piccola  Floridiana ed un paio di teatri, il Regina ed il Flora Park. Aveva  altresì parecchi Circoli culturali, talvolta luoghi di attività mondane e  sportive. Il tennis, nel nuovo Circolo voluto dai fratelli Siniscalco,  salvo la passione di pochi, rappresentò inizialmente, anch’esso,  un’occasione mondana , “un punto d’incontro”per trovare la maniera di  divertirsi. Il suo primo Presidente fu l’ing. Francesco Siniscalco che  provvide subito a sostituire il campo in cemento con due campi in terra  battuta. Correvano, più tardi, gli anni del primo dopoguerra 1915-1918  quando fu operata una prima fusione del circolo “Partenope” con un altro  Club raggruppante altri appassionati e che era dotato anch’esso di un  campo in Via Scarlatti all’angolo con Via Morghen. Dalla fusione nacque  appunto un nuovo Circolo che si chiamò “ Tennis Club Vomero”.
Associazione Tennistica Dilettantistica
Torna ai contenuti | Torna al menu